Feeds:
Articoli
Commenti

Abbiamo avuto l’anno dell”eleganza’ e abbiamo avuto l’anno dell”abbondanza’. C’è stato l’anno dell”efficacia’ e c’è stato l’anno della ‘franchezza’. Per quest’anno, signore e signori, la parola d’ordine sarà: ‘secco’.

Non fatevi sorprendere: ‘secco’ può avere accezioni molto varie.

E ora non potrete dire che non lo sapevate.

[->g. – make love not www]

Mazinga

PS: presto anche la nuova parloa del 2009 cucinata via microonde Milano-Bologna da me e gant in un tripudio di miccette sempre acceso.

nokia-vs-clone

Secondo me la chiave di questa campagna per impedire ai gay di comperare i nokia cinesi, punta sul fatto che questi ultimi non hanno un glitteratissimo “ICA Hologram” ma al massimo un pezzo di carta alluminio, che non va un cazzo bene in disco. Mirror-ball forever.

Mazinga

every time

[->g. – make love not www]

La Coincidenza

“Soldiers and Marines from the United States, Georgia, Azerbaijan,
Armenia, and Ukraine conduct joint training exercise “Immediate
Response 2008″ at Vaziani Military Base in the Republic of Georgia and
the surrounding area. The state of Georgia is represented by the 1st
Battalion, 121st Infantry, headquartered in Winder, as well as members
of the 122nd Rear Operations Center from Glenville. ”
This ‘training exercise’ took place at the Vaziani Military Base,
and was to run for 3 weeks from July 15th, Until roughly August 8th,
which is precisely when the fighting broke out.”

from: WikiLeaks.org

Mazinga

Eureka

Post esclusivamente di servizio per comunicare che molto probabilmente tra poco 3/4 dei componenti principali del blog finalmente si riuniranno per una piacevole serata a base di rutti e cazzate.

Il prossimo ritrovo sarà probabilmente in occasione delle prossime olimpiadi

 

Mania d’oltreoceano

Eccomi di nuovo qui tra di voi. Non mi ero più fatto vivo ma lo faccio di ritorno dalle vacanze che come sapete per me non hanno mezze misure, o si va tranquilli in Grecia oppure si vola per ore e ore fino ad atterrare nel mio caro territorio a stelle e scrisce(precedenti esperienze 2002 Nashville,Memphis,St Louis,K.City – 2004 Miami e South Beach con uragani compresi-2007 NY,Niagara Falls,Toronto,Maine,Vermont,New Hampshire con il finale con il botto di Boston).

In realtà quest’anno dopo la breve parentesi dell’estate scorsa a Toronto abbiamo deciso di concederci una dozzina di giorni stando in città e senza noleggiare una macchina che vi assicuro quando siete là vi porta a macinare kilometri nella stessa quantità dei rutti che partono quando ci frequentiamo (illimitati).

Beh,che dire..siamo stati a Montrèal e l’esperienza è stata felice,ma anche se probabilmente la cosa non desta il vostro interesse vado a redigere il pagellone della mia vacanza:

CIBO 10: non ci crederete ma è così,abbiamo mangiato come delle bestie e a malincuore ritornando in patria ho constatato di non essere ingrassato nemmeno un grammo ,la cosa mi ha fatto inalberare in quanto ogni tanto mi tenevo un pochino (forse anche perchè non ho cagato per tutta la vacanza,ndr).Al bando hamburger e patatine,abbiamo mangiato sì la carne ma in maniera stepitosa e senza spendere una follia,il Filet Mignon alto una trentina di centimentri arrotolato nel bacon affumicato con baked potato come contorno provoca tuttora in me degli orgasmi notturni inconsci.Ci siamo lanciati anche in quello che non si deve mai fare all’estero e soprattutto negli Usa/Canada:ristorante italiano.Ma a fronte di una inculata memorabile in tale ristorante Da Pino dove abbiamo consumato per inerzia una fantastica porzione di lasagne quattro saldi in altri due ristoranti abbiamo visto il paradiso (anche se 21 dollari per una pizza,vi assicuro ottimo,alla bufala effettivamente era un mezzo furto).Annesso attaccamento del padrone italo americano somigliante a Tomba (tale Lino Lozza) che scoperte le nostre origine la prima sera ci ha fatto ingoiare di tutto tra l’altro non facendoci pagare alcune portate (Più o meno una scena tipo la mamma di Fracchia che costringe il figlio a mangiare in Fracchia e la belva umana).Aggiungeteci l’abbandono della colazione nel nostro albergo in cambo di abbandonanti mangiate in bistrò francesi e la frittata è fatta

CITTA’ 9:Non pensavo fosse così bella,una città piena di cultura e vita.Abbondano luoghi e monumenti da vedere,dalla cattedrale di Notre Dame,al parco di Mont Royal(da dove abbiamo scattato la foto di cui sopra) affrontato con decisione un giorno di sole in infradito nette percorrendo più o meno 6 km,al biodome,alla stupenda vecchia città e al relativo magnifico porto,al biodome pieno di specie animali e ricostruzioni di habitat più variegati (dai lemuri ai pinguini),al parco olimpico,alle 70 isole che circondano la città (non viste lo scoprirete dopo).Il mio francese non praticato da 15 anni ha lasciato presto il passo al perfetto inglese di Manu ma sarebbe stato utile visto che Montreal se non sbaglio è la seconda città francofona al mondo.

VIVACITA’ CITTA’ 10+:un autentico bordello,un mare di gente ovunque.Pieno di festival,manifestazioni e locali dove la gente si divertiva.Appena arrivati ci siamo beccati l’ultimo giorno del festival della comicità con innumerevoli artisti di strada (la nostra Dia lì sarebbe stata perfetta) e finito quello sono partite le Francofolìes di Montreal ovvero un festival musicale (purtroppo di gruppi a noi sconosciuti ovviamente solo francofoni)in piena downtown con palchi montati ad ogni angolo della città,una figata veramente con ovviamente tanta di quella gente da far paura.Forse avremmo preferito il festival del jazz che però va in scena nei primi giorni di luglio.Comunque una città viva e la nostra posizione (anche se dietro avevamo un orribile quartiere cinese) ci consentiva di raggiungere tutte le attrazioni e i posti meritevoli,si insomma un pò come Sondrio in questii giorni.

TEMPO 3–:qui il tasto dolente, ci siamo fatti due coyotes così per portare sempre con noi kway e ombrello,della serie in dodici giorni NON ha piovuto per due.Non pioveva ovvio tutto il giorno altrimenti ci saremmo presi a testate ma faceva quei noiossimi quarti d’ora di pioggia,poi sole bruciante,poi umido,poi pioggia,poi fulmini,poi arcobaleno,insomma una merda.Per questo motivo ovviamente non ci siamo avventurati nelle gite sul battello dirette alle varie isole visto che con il culo che abbiamo sarebbe probabilmente arrivata una fitta nevicata.Chieste informazioni su come fosse stata l’estate scorsa:ovviamente sole rovente (fonte:un iracheno in fase di trasferimento a San Diego titolare del negozio di souvenir nell’albergo)

CONSIDERAZIONI SPARSE:

– si vede un pochino l’influenza francese…puzza sotto il naso,quando dovevano usare l’inglese un pò si infastidivano

– numero altissimo di barboni e pure du punk a bestia con relativi cani,tanti ma veramente tanti

– canadesi molto meno ciccioni ma molto meno degli americani, cibo un tantino più curato

– i cinesi hanno rotto i coglioni,sembra tutto loro pure l’ospedale cinese c’era …ma vaffanculo

– andateci:bordelli ovunque in città (sì avete capito bene) ad ogni angolo e udite udite 24h su 24h;sai che bello vedere la gente che andava nei cosiddetti peep show alle 10 del mattino

– peccato che i montreal expos di baseball si siano trasferiti a Washington altrimenti anche quest’anno ci scappava il ballpark

– bastardi:due tasse da pagare e pure la mancia/servizio non incluso nei conti

– tentata esperienza in disco di tendenza al tipo quarantesimo piano di un grattacielo: Lasciate perdere!!

– alla fine della fiera trovando un biglietto economico (noi mica tanto) in America e Canada non si spende veramente un cazzo,consiglio mettevi via qualche dindino e andateci,io non navigo nell’oro di sicuro ma sono già a quattro viaggi tra Usa e Canada e voglio continuare….

Tanto vi dovevo.

Attendo vostre news, ieri ho visto Diana che mi ha manifestato l’intenzione di ideare uno spettacolo da strada sulla costituzione italiana,siccome l’argomento è parecchio comico ha espresso il desidero di una nostra collaborazione visto che in quanto a cazzate non siamo secondi a nessuno.

See you later (..alligator)